Musica dal Mondo. “Sumo” la Band post-punk Rivoluzionaria di Buenos Aires

Sumo sono stati una band post-punk e reggae argentina formata nel 1981, nella città di Hurlingham e sciolto nei primi mesi del 1988.

Nel corso degli anni, i brani di successo, le esibizioni strambe e eclettiche, la personalità dei suoi componenti (primi tra tutti Luca Prodan e Roberto Pettinato) li hanno fatti diventare uno dei gruppi rock argentino e latino-americani più influenti del secolo scorso.



Senza dubbio, possono essere messi a livello di band come: Los Abuelos de la Nada, Almendra, Pescado Rabioso, Bersuit Vergarabat, Los Fabulosos Cadillacs, Manal, La Renga, Patricio Rey y sus Redonditos de Ricota, Charly García, Serú Girán, Soda Stereo, Sueter y Virus.

Forse una delle canzoni che più rappresenta l’anima del gruppo e la personalità scostante, eclettica e sensibile del frontman Luca Prodan è “Manana en el Avasto”.

“Manana en el Avasto” appartiene al terzo album della band After Chabón, pubblicato nel 1987. Nel 2005, è stato eletto come il miglior brano di rock argentino, secondo sondaggio promosso da Rock.com.ar

Il testo della canzone, che molti definiscono come poesia, è stato scritto da Luca Prodan e descrive, dal punto di vista emozionale e sensoriale, il noto quartiere Abasto.

Quartiere anche conosciuto per essere stato quello in cui il famoso cantante di Tango, Carlos Gardel, visse la sua infanzia.

Il brano, dal punto di vista musicale, è stato scritto usando la monocorda, ovvero l’utilizzo di una sola nota musicale, ovvero il “MI”.

Segue il testo originale e il video dal vivo della canzone.

Mañana en el Abasto

Mañanas de sol
Bajo por el ascensor
Calles con árboles
Chica pasa con temor
No tengas miedo, no
Hoy me pelé por mi trabajo
Las lentes son por el sol
why para la gente que me da asco
No vayas a tu escuela
Porque San Martín te espera
Estás todo el día sóla
why mirás a mi campera
Tomates podridos
Por las calles del Abasto
Podridos por el sol
Que quiebra el asfalto del Abasto
José Luís why su novia
Se besan ahí por el Abasto
Yo paso why me saludan
Bajo la sombra del Abasto
Parada Carlos Gardel
Es la estación del Abasto
Subte línea be
why yo me alejo más del cielo
why yo me alejo más del cielo
Ahi escucho el tren
Ahi escucho el tren
Ahi escucho el tren…
Ahi escucho el tren…
Estoy en el subsuelo…
Estoy en el subsuelo..
Print Friendly, PDF & Email
Seguici e metti mi piace su:
0

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici
We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Viaggiatori nel Mondo
preloader