Discovering Andalucia 2018: Giorno 3. Alcazaba, Castello di Gibralfaro, vista sulla città e Casa Aranda

Discovering Andalucia – orizzontale

Un chilo in meno di peso e 2 litri di acqua bevuti. Questo significa visitare la fortezza dell’Alcazaba in un pomeriggio di luglio :). (per questo ti consiglio di scegliere le ore più fresche del giorno. Nella stagione estiva, le visite sono possibili fino alle ore 20).

Questo palazzo-fortezza (il nome, in arabo, significa ‘cittadella’) è uno dei monumenti storici della città, oltre che essere uno dei più visitati ed è un interessante mix di storia e bellezza. Fu costruito tra il 1057 e il 1063 su ordine di Badis, il re dei berberi taifa di Granada.



Storia, perché risale all’era della dominazione musulmana si trova ai piedi del monte Gibralfaro, sulla cui cima svetta il castello difensivo arabo a cui era collegato grazie a un corridoio protetto da mura chiamato La Coracha,  accanto al Teatro Romano e di fronte all’edificio Aduana. È un’occasione per vedere in pochi metri l’unione romana della cultura araba e rinascimentale, che rende questo un angolo molto speciale.

Bellezzaperché camminare costeggiando le mura significa arrivare in patios con fontane di acqua fresca trasparente, con fiori profumati tutt’attorno e con uccelli che lì vanno a dissetarsi, nel silenzio.

Molti dei turisti che visitano l’Alzacaba, poi proseguono per il Castello di Gibralfaro (biglietto Alzacaba + Castello Gibralfaro, 5.50 €) per cui è necessario uscire dalla fortezza e prendere la via laterale (abbastanza in salita) che porta al Castello. In alternativa si può prendere un bus che lascia proprio davanti l’ingresso o arrivarci noleggiando una bicicletta.

Il castello di Gibralfaro, che sovrasta la fortezza dell’Alcazaba, risale al XIV secolo e fu costruito per ospitare le truppe a protezione della fortezza stessa. Oggi uno dei momenti più visitati di Malaga anche perché proprio da qui è possibile godere di viste mozzafiato sulla città e sulle colline vicine. Per la sua tipologia di costruzione è stato considerato come la fortezza più inespugnabile della Spagna.

Durante la salita, fermati ad un belvedere per avere una vista privilegiata sulla Plaza de Toros, sul porto e sul centro storico della città.

Oggi il momento degustazione è dedicato a Casa Aranda. Casa Aranda è sicuramente la churreria più conosciuta e visitata di Malaga, forse per la sua magnifica posizione (a qualche metro dalla centralissima Calle Larios), ma soprattutto per i suoi oltre 75 anni di storia alle spalle in cui questa churrería, diventata iconica, continua a dimostrare giorno dopo giorno perché è una delle migliori e più visitate della città.



Davanti Casa Aranda, sempre una folla di curiosi da tutto il mondo che si fermano per provare quelle prelibatezze che rendono questa stradina un luogo davvero unico e da non perdere. I prezzi sono popolari: churros 0,45 cent, tazza di cioccolata, da € 1,50. Aperto tutti i giorni e il personale è molto simpatico e affabile.

Per questo articolo, grazie a: Debla Cursos de Español e QQBikes

Print Friendly, PDF & Email
Seguici e metti mi piace su:
0

Ti è piaciuto questo articolo?

Metti mi piace sulla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato sui migliori contenuti da condividere e commentare con i tuoi amici
We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Viaggiatori nel Mondo