Discovering Andalucia – orizzontale

VIAGGIO in THAILANDIA-LAOS-CAMBOGIA, il trio delle meraviglie!

15 giorni / 12 notti
Bangkok – Bang Pa In – Ayuttaya – Phitsanuloke – Sukhothai – Chiang Mai – Chang Dao – Thaton – Triangolo D’oro – Chiang Rai – Luang Prabang – Vientiane – Phnom Penh – Siem Reap

Itinerario che prevede la visita di Bangkok, un tempo incarnazione della vecchia metropoli asiatica, salendo verso nord visitando le rovine  delle antiche capitali del Regno del SiamAyuthayae Sukhothai, per poiarrivare alla provincia di Chiang Mai, con le sue montagne avvolte dalla nebbia e rivestite da una fitta giungla.Il viaggio si conclude nell’estremo nelTriangolo d’oro, il punto geografico lungo il corso del Mekong che segna i confini di tre paesi: Thailandia, Laos e Birmania.Il viaggio prosegue per il Laos, a Luang Prabang, città che con i suoi numerosi templi e monasteri ha saputo conservare maggiormente la spiritualità orientale, per poi giungere fino Vientiane, la graziosa capitale. Concludendo con la visita della Cambogia: la capitale Phnom Penh, volto moderno e dinamico del paese, il sito pre-angkoriano di Sambor Prei Kuk e il grandioso complesso archeologico di Angkor.

3.800,00

Discovering Andalucia – orizzontale

Viaggio in Thailandia Laos e Cambogia. Itinerario che prevede la visita di Bangkok, un tempo incarnazione della vecchia metropoli asiatica, salendo verso nord visitando le rovine  delle antiche capitali del Regno del SiamAyuthayae Sukhothai, per poi arrivare alla provincia di Chiang Mai, con le sue montagne avvolte dalla nebbia e rivestite da una fitta giungla. Il viaggio si conclude nell’estremo nelTriangolo d’oro, il punto geografico lungo il corso del Mekong che segna i confini di tre paesi: Thailandia, Laos e Birmania. Il viaggio prosegue per il Laos, a Luang Prabang, città che con i suoi numerosi templi e monasteri ha saputo conservare maggiormente la spiritualità orientale, per poi giungere fino Vientiane, la graziosa capitale. Concludendo con la visita della Cambogia: la capitale Phnom Penh, volto moderno e dinamico del paese, il sito pre-angkoriano di Sambor Prei Kuk e il grandioso complesso archeologico di Angkor.

Partenza condivisa, minimo 2 persone:ogni martedì

 

1° giorno: ITALIA – BANGKOK (-/-/-)

Partenza dall’Italia con volo di linea Thai Airways per Bangkok o altro vettore IATA.

 

2°giorno: arrivo a BANGKOK (//)

Arrivo a Bangkok al mattino presto, disbrigo delle formalità burocratiche, incontro con l’assistente locale parlante italiano e trasferimento in hotel. Pranzo libero. Nel pomeriggio visita al celebre Wat Pho, il monastero Buddista più antico della città e noto per custodire una gigantesca statua del Buddha reclinato. Qui si trova anche la sede della più antica scuola di massaggi Thai. Al termine della visita si attraversera’ il fiume Chao Praya a bordo dei ferry in servizio regolare fino a raggiungere uno dei landmarks piu’ noti della citta’: il Wat Arun (“Tempio dell’Aurora”), il monastero la cui gigantesca pagoda costituisce l’immagine per antonomasia di Bangkok. Ultima tappa presso il pregiato Wat Benjamabophit, noto come il “Tempio di Marmo” ed edificato nel corso del XIX secolo dal Re Rama V. Il Tempio di Marmo è oggi considerato come la più alta espressione artistica della città, con elementi architettonici che fondono l’arte orientale con lo stile occidentale. Cena libera e pernottamento in hotel.

Nota:L’ordine delle visite può subire variazioni senza preavviso in funzione dell’intensità del traffico cittadino.

3°giorno: BANGKOK (B/L/)

Colazione in hotel e partenza alla volta della località di Damnern Saduak, nella provincia occidentale di Ratchaburi a circa 100 km da Bangkok. Qui si trova uno dei luoghi turistici più celebrati e visitati della Thailandia: l’omonimo Mercato Galleggiante. La visita inizierà con una breve crociera lungo i canali rurali esterni al mercato fino a giungere al canale principale che ospita il pittoresco mercato. Le mercanti indossano un tipico copricapo formato dall’intreccio di grandi foglie di palma e trattano di tutto: dalla saporita frutta tropicale, all’artigianato locale, alle bevande rinfrescanti come il latte fresco della noce di cocco. Nella tarda mattinata proseguimento in direzione della città di Nakhorn Pathom, dove si potra’ visitare l’edificio buddista più alto del mondo. Si tratta del Phra Pathom Chedi, la cui pagoda campaniforme raggiunge i 127mt di altezza. Ultima tappa di giornata presso il giardino tropicale del Sampran Riverside (“Rose Garden”). Pranzo (international buffet) all’interno del parco e nel pomeriggio partecipazione ad uno spettacolo dimostrativo di usi e costumi locali presso il locale teatro del “Thai Village”.  Cena libera e pernottamento in hotel.

4° giorno: BANGKOK – BANG PA IN – AYUTTAYA – PHITSANULOKE – SUKHOTHAI (B/L,D)

Di primo mattino partenza alla volta della località di Bang Pa In e visita alla celebre residenza estiva della famiglia Reale. Prosecuzione poi per la città di Ayuttayadove si trovano le celebri rovine che costituirono la capitale dei Re del Siam per oltre quattrocento anni, dal XIV fino al XVIII secolo. Visita del tempio Wat Chai Wattanaram, disposto sulle rive del fiume Chao Praya ed edificato nel corso del XVII secolo in stile Khmer, con una “cinquina” di monumentali “Phrang” al suo centro. Continuazione con il Wat Sri Samphet, il tempio dell’antico palazzo Reale e costituito da 3 gigantesche pagode campaniformi, quindi l’attiguo Wat Mongkhon Bophit, tempio al cui interno si trova una statua del Buddha in posizione seduta di gigantesche dimensioni. Dopo pranzo, proseguimento per la città di Phitsanuloke, nel centro-nord del Paese e visita del tempio Wat Mahathat al cui interno si trova la copia originale della sacra statua del Buddha “Chinnarat”. Il Wat Mahathat è considerato uno dei templi più sacri del Paese ed è visitato ogni giorno dai migliaia di pellegrini Buddisti. Si potrà qui ammirare una delle cerimonie religiose più tradizionali del Paese: l’offerta ai monaci (“Sankhathan”) che avviene attraverso un preciso rito di scambio di preghiere e ringraziamenti nell’antica lingua Pali tra i monaci ed i pellegrini. Proseguimento per la vicina località di Sukhothai dove un tempo aveva sede la prima città capitale del Siam e dove la cultura, la lingua e l’ideale di nazione del popolo siamese ha avuto origine (XIII e XIV secolo). Cena e pernottamento.

5° giorno:  SUKHOTHAI – CHIANG MAI (B/L/D)

Dopo la prima colazione in hotel, inizio delle visite al Parco Storico di Sukhothai al cui interno si trovano le rovine dei templi Wat Mahathat, l’imponente tempio del palazzo Reale, quindi il grazioso Wat Sa Sri ed il Wat Sri Sawai e fuori dalle mura del Parco visita del Mondop Sri Chum al cui interno si cela una delle più maestose e gigantesche statue del Buddha dell’altezza di circa 15 metri. Al termine delle visite partenza perChiang Mai, la grande città del nord della Thailandia, centro spirituale Buddista tra i più importanti dell’Asia ed i cui templi ospitano le comunità di monaci più numerose ed attive del Paese. Visita all’antichissimo Wat Phra Singh, il cui “Bot” ed il “Wihan” sono sapientemente costruiti in legno con raffinate decorazioni. Al Wat Chedi Luang sarà infine possibile ammirare i melodiosi ed idilliaci canti serali in lingua Pali della comunità monastica ispirati al Dharma, il sacro insegnamento del Buddha. Cena e pernottamento.

 

Nota:in concomitanza con alcune speciali festività del calendario buddista, per alcune giornate i canti dei monaci potrebbero risultare sospesi. Se queste giornate dovessero coincidere con i giorni di visita, si farà il possibile per recuperare l’evento l’indomani.

6° giorno  CHIANG MAI (B/L/-)

Prima colazione in hotel e partenza per la visita ad uno dei luoghi più celebri della Thailandia: il tempio Wat Phrathat Doi Suthep, conosciuto agli occidentali come il “tempio sulla collina”. Edificato a oltre 1000m. di altitudine sull’omonimo monte che domina l’intera città, la storia del Doi Suthep è legata alla leggenda di un mitologico elefante bianco. Lungo le pendici del Doi Suthep si potranno ammirare anche le cascate Huey Kaew. Nel primo pomeriggio visita alla fattoria delle orchidee di Chiang Mai. A seguire si visiterà un centro artigianale presso la località di San Kampheng, dove gli artigiani producono con mani sapienti oggetti in argento, lacche, ceramiche, sete ed i variopinti ombrelli di carta. Pernottamento in hotel.

7° giorno CHIANG MAI – CHANG DAO – THATON – TRIANGOLO D’ORO – CHIANG RAI (B/L/D)

Dopo la prima colazione in hotel, partenza per la visita dell’esotica provincia di Chiang Rai. Si giungerà alla località di Chang Dao dove si trova il campo degli elefanti. Tempo libero a disposizione per opzionale Elephant Riding oppure Bamboo rafting. A seguire partecipazione ad uno spettacolo dimostrativo degli elefanti al lavoro nella jungla. Proseguimento per la località di Thaton, nei pressi del confine Birmano, adagiata sul corso del fiume Maekok. Si seguirà quindi il percorso che porta verso il Triangolo d’oro uno dei luoghi più celebri della Thailandia e che rappresenta il punto geografico posto lungo le acque del fiume Maekhong, uno dei grandi fiumi asiatici che scende dalla Cina, dove la Thailandia incontra il Laos e la Birmania. Visita del museo dell’oppio dove viene ripercorsa la storia dei noti traffici internazionali che hanno avuto qui luogo nel corso dei decenni scorsi. Al termine delle visite al triangolo d’oro trasferimento per la città di Chiang Rai. Cena e pernottamento.

 

8° giorno: CHIANG RAI  – CHIANG MAI – LUANG PRABANG (B/-/-)

Colazione in hotel e in tempo utile trasferimento all’aeroporto di Chiang Mai e volo per Luang Prabang. Incontro con la guida locale e trasferimento in hotel. (Check-in garantito dalle ore 14.00). Pranzo e cena liberi. Pernottamento in hotel.

 

9° giorno: LUANG PRABANG (B/L/-)

Di primo mattino partecipazione  al rito mattutino delle offerte ai monaci lungo le strade del centro storico di Luang Prabang. Rientro in hotel per la colazione ed a seguire visita al Palazzo Reale, ora Museo Nazionale. Dove all’interno si trova la celebre statua in oro del Buddha Phra Bang. Nella tarda mattinata partenza a bordo delle tipiche barche locali in legno per risalire un lungo tratto del fiume Maekhong fino alle celebrigrotte Pak Ou all’interno delle quali sono custodite numerose statue del Buddha. Visita ad alcuni villaggi specializzati nell’artigianato nonchè dediti alla produzione di tipici liquori locali ottenuti dalla distillazione del riso e rientro a Luang Prabang.  La giornata terminerà sulla vetta del monte Phousi per ammirare il tramonto con vista panoramica sull’intera città. Qui si trova anche il piccolo tempio Wat Chom Sri. Cena libera e pernottamento  in hotel a Luang Prabang.

10° giorno: LUANG PRABANG – VIENTIANE (B/-/-)

Dopo la prima colazione in hotel, la mattinata sarà dedicata a concludere le visite al centro storico di Luang Prabang, Patrimonio dell’Umanita’ dell’UNESCO, in particolare al sacro tempio Wat Mai edificato nel XIX secolo quale dimora del Grande Patriarca del Buddismo Laotiano.  A seguire si raggiungerà uno dei luoghi più antichi della città: il tempio Wat Visoun, un tempo sede della venerata statua del Buddha Phra Bang protettore della città. Si terminera’ infine con la visita al luogo più sacro e venerato del Paese:il Monastero Reale Wat Xieng Thong dove sono custodite le ceneri di Re Sisavang Vong.  Al termine trasferimento all’aeroporto di Luang Prabang con solo autista e volo per Vientiane. Arrivo all’aeroporto di Vientiane, incontro con la guida locale ed inizio delle visite. Percorrendo i suoi viali creati durante il periodo coloniale francese si transiterà per il That Dam, un antico stupa del XVII secolo che le credenze popolari ritengono essere la dimora di un serpente mitologico “Naga” a sette teste che cercò di preservare la città dalla distruzione durante le invasioni Siamesi del 1779 e del 1828. Fino a raggiungere il Monastero Sri Sakhet, una delle poche costruzioni antiche della città, dove di fronte si trova la Haw Phra Kaew che per oltre due secoli ospitò il sacro Buddha di Smeraldo oggi al Palazzo Reale di Bangkok. Si procederà infine verso nord in direzione del Patuxai, un arco di trionfo edificato negli anni ’60 ad immagine e somiglianza dell’omologo Parigino per giungere infine alThat Luang. Sistemazione in hotel e pernottamento a Vientiane. Pranzo e cena liberi.

11° giorno: VIENTIANE – PHNOM PENH (B/-/-)

Colazione in hotel  e trasferimento all’aeroporto di Vientiane e volo Phnom Penh, accoglienza della nostra guida locale e trasferimento all’Hotel (camere ufficialmente a disposizione a partire dalle 1400). Pranzo libero. Nel primo pomeriggio partenza per la visita della città includendo il Museo Nazionale dove sono esposti reperti risalenti al periodo Angkoriano e pre-Angkoriano della storia dell’antico impero dei Khmer. Visita al vicino Royal Palace al cui interno si trova anche la Pagoda d’Argento. Ultima tappa presso il Wat Phnom, tempio Buddista collegato alla fondazione della città di Phnom Penh nel corso del XIV secolo. Rientro in hotel al termine delle visite. Cena libera e pernottamento.

 

12° giorno: PHNOM PENH – SAMBOR PREI KHU – SIEM REAP (B/L/-)

Dopo la prima colazione in hotel partenza in direzione nord lungo la strada statale che costeggia ad oriente il grande lago naturale del Tonle Sap. Il verde ed incontaminato paesaggio rurale è il dominatore della giornata fino a giungere alla città capoluogo di Kompong Thom dopo circa tre ore di viaggio. Da qui si intraprenderà una deviazione di circa 30 km che si allunga verso l’aperta campagna e costituita da una dissestata strada sterrata percorribile a fatica con le autovetture. Questo aspro ed impervio percorso ci può però offrire una delle attrattive più peculiari della Cambogia di oggi. Collega infatti tra loro alcuni remoti villaggi rurali con esotiche e pittoresche case di legno, abitate dall’ ospitale gente comune delle campagne.  Si arriverà al sito archeologico oggi noto con il nome di Sambor Prei Khuk e coincidente con la antichissima città pre-Angkoriana di Ishanapura. L’antica città era suddivisa in tre distinti quartieri che si estendono su una vasta area. La visita avverrà camminando lungo un percorso di circa 2km per ammirare le rovine pre-angkoriane risalenti al VII e VIII secolo. Durante l’ultimo tratto di trasferimento che porta a Siem Reap si effettuerà un’altra importante tappa per ammirare i ponti edificati alla fine del XII secolo dal grande Re Jayavarman VII che intraprese la costruzione di una fitta rete stradale per collegare le varie province dell’Impero. Arrivo a Siem Reap previsto per il tardo pomeriggio. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento a Siem Reap.

 

13° giorno: SIEM REAP  (B/L/-)

Colazione in hotel e partenza per il celebre sito storico di Angkor. Si inizierà la giornata con il cosidetto “Grand Tour” di Angkor. Prima tappa al Prasat Kravan, una delle costruzioni più antiche di Angkor e costituito da 5 torri allineate tra loro. Breve tappa quindi alle Srah Srang (le “piscine reali”) prima di giungere nell’area dell’immenso bacino artificiale Yasodharatataka (nome moderno East Baray), oggi prosciugato. Al centro dell’East-Baray, su una collina artificiale appositamente predisposta si trovano le sontuose rovine del tempio Shivaista Rajendraesvara (oggi noto come East-Mebon). Poco più a sud svetta la maestosa cinquina di torri del Tempio di Stato del Re Rajendravarman II: il Rajendrabadresvara, oggi noto come Pre Rup, un colossale “tempio-montagna” dalle imperiose proporzioni. Circa 20km più a nord troviamo invece uno dei capolavori artistici più raffinati e pregiati che gli antichi Khmer. Si tratta di un piccolo tempio interamente ricoperto di stupendi bassorilievi. Il nome originario di questo puro capolavoro d’arte è “Tribuvanamahesvara” che identifica il Dio Shiva quale il “Signore dei tre mondi”. Oggi il tempio è invece noto come Banteay Srei, la “cittadella delle donne”. L’intero pomeriggio sarà dedicato alla meraviglia per antonomasia di Angkor, il luogo che fin dalla sua riscoperta ha scatenato la fantasia del mondo occidentale: il mitico Angkor Wat.Questa colossale costruzione detiene diversi primati tra i quali il prestigio di essere il complesso religioso più grande del mondo! Cena libera e pernottamento in hotel a Siem Reap.

 

14° giorno: SIEM REAP – BANGKOK (B/L/-)

Dopo la prima colazione in hotel partenza per una nuova giornata di visite ad Angkor. Il protagonista di oggi sarà Jayavarman VII, il più celebre dei Re sotto il comando del quale, tra la fine del XII e l’inizio del XIII secolo, l’impero dei Khmer raggiunge la sua massima espansione ed influenza sia politica che culturale. L’era di Jayavarman VII segna anche una fondamentale transizione spirituale dall’Induismo al Buddismo Mahayana ed è a quest’ultima forma di culto che vengono dedicati i suoi grandi Monasteri. La giornata iniziera’ all’Angkor Thom, la gigantesca città fortificata alla quale si accederà attraversando la porta oggi più celebre: il “South Gate”, contornato da file di Dei e Demoni che sorreggono serpenti “Naga”. Al suo interno si trovano “la Terrazza degli Elefanti” e la “Terrazza del Re Lebbroso”, interamente scolpita con stupendi bassorilievi realizzati su cinque registri sovrapposti! Al centro geometrico dell’Angkor Thom si trova invece il Tempio di Stato del grande Re Jayavarman VII, il celebre “Bayon”, noto al mondo per le sue innumerevoli torri sulle quali sono scolpiti i giganteschi volti in pietra. Uscendo dall’Angkor Thom attraverso la porta orientale del “Victory Gate” si incontrerà in rapida successione una serie di costruzioni di estremo interesse tra cui due piccoli templi “in piano” in stile Angkor Wat, simili tra loro e di immensa bellezza: il Thommanon ed il Chao Sai Tewoda, quindi le mastodontiche rovine del “tempio montagna” oggi noto con il nome di Ta Keo, mai terminato dai suoi antichi costruttori (la visita di questo tempio non e’ prevista. verra’ ammirato dall’esterno). La mattinata si concluderà con la vista al primo dei grandi monasteri costruiti da Jayavarman, il grande Rajavihara, oggi noto con il nome generico di Ta Phrom, famoso tra i turisti internazionali anche per l’aspetto selvaggio nel quale si presenta. Il Ta Phrom venne infatti scelto quale luogo esemplificativo per mostrare al mondo lo stato in cui Angkor fu ritrovata. Ancora oggi, giganteschi alberi si sorreggono sui muri del monastero e le loro possenti radici si insinuano tra le intercapedini dei massicci blocchi di arenaria a costituire un mistico connubio tra arte, storia e natura. Nel pomeriggio si visitera’ il secondo monastero: Nagarajayasri, la “fortunata città che porta la vittoria”. Dedicato al padre del Re, l’intero complesso era fortificato e difeso da un alto muro di cinta e contornato da un ampio canale attraversato da quattro ponti ornati da serpenti “Naga”. Oggi il complesso è noto come Preah Khan e la sua importanza simbolica è sottolineata dalla costruzione, lungo il suo stesso asse longitudinale, del grande bacino artificiale Jayatataka al centro del quale furono poste le “terme” oggi note con il nome di Neak Pean. Alle h.1730 ca termine delle visite e trasferimento all’aeroporto di Siem Reap con solo autista e volo per Bangkok.

 

15° giorno: BANGKOK -ITALIA (-/-/-)

Partenza per l’Italia con volo Thai Airways o altro vettore IATA. Arrivo in Italia e fine dei servizi.

 

 

Note: (B/L/D): B = colazione; L = pranzo; D = Cena

L’itinerario potrebbe subire modifiche in base all’operativo dei voli interni.

Per partecipare a questo viaggiooccorre visto cambogiano e laotiano che si ottiene in loco all’arrivo: necessario il passaporto con validità residua di almeno 6 mesied avere 1 pagina libera, ed 1 fototessera.

 

 

HOTEL PROPOSTI o similari

Bangkok: Aetas Residence 4*

Sukhothai:The Legendha Sukhothai Resort 3*Sup

Chiang Mai:The Empress Hotel 4*

Chiang Rai: Imperial River House Resort 4*

Luang Prabang: Le Sen Boutique Hotel 3*Sup

Vientiane:Beau Rivage Hotel 3*

Phnom Penh: Sunway Hotel 4*
Siem Reap: Tara Angkor Hotel 4*

 

Prezzo a persona, a partire da

 

Partenze condivise, minimo 2 partecipanti

In camera doppia

Suppl. singola

Quota per persona

€ 3.800

€  550

Tasse aeroportuali soggette a riconferma

€ 480

Quota d’iscrizione

€ 65

La quota comprende
• Volo di linea Thai Airways o altro vettore IATA da/per l’Italia • Voli interni • Hotel menzionati o se non disponibili altri della stessa categoria su base camera doppia standard • Pasti come da programma • Trasferimenti e visite in condivisione con altri partecipanti, con auto o pullman, con guide locali parlanti italiano • Gadget, etichette bagaglio e documentazione illustrativa varia • L’assicurazione per l’ assistenza medica, il rimpatrio sanitario ed il danneggiamento al bagaglio
La quota NON comprende
• Il costo del visto laotiano da pagare localmente (USD 35, passaporto valido 6 mesi e 1 foto-tessera) • Tasse aeroportuali locali da pagare all’uscita del Laos (USD 10) • Il costo del visto cambogiano da pagare localmente (USD 30,passaporto valido 6 mesi ed 1 foto-tessera) • Le bevande, le mance, gli extra di carattere personale, eccedenza bagaglio • Le escursioni facoltative e tutto ciò non evidenziato nella voce “la quota comprende”
Print Friendly, PDF & Email
Seguici e metti mi piace su:
0

Recensioni

0.0
0
0
0
0
0

Recensisci per primo “VIAGGIO in THAILANDIA-LAOS-CAMBOGIA, il trio delle meraviglie!”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ancora non ci sono recensioni.

Prodotti correlati

Viaggio Gran Tour del Vietnam
Viaggio in Oriente – Easy Cina
Viaggiatori nel Mondo