Viaggio nella Valle dell’Omo

2.420,00

Il Sud Ovest dell’Etiopia e’ una regione dal difficile accesso: protetta a Nord dagli alti monti Abissini, isolata a ovest dalle paludi del Nilo e a sud dal deserto del Kenya settentrionale e’ attraversata dal placido fiume Omo. Ci vive un mosaico di etnie dedite all’allevamento di grandi mandrie bovine che sono fonte principale del loro sostentamento e delle pratiche rituali. I loro costumi, l’architettura delle capanne ed i rituali d’iniziazione sono sorprendentemente differenti, seppur le etnie distano solo pochi kilometri le une dalle altre. L’identità etnica e l’appartenenza al gruppo e’ ancora fortemente marcata ed enfatizzata nella cura del corpo che viene decorato con particolari scarificazioni e body painting, simboli d’appartenenza sociale, di gerarchia e di bellezza, mantenendo viva una delle forme artistiche più primitive d’Africa!! Un viaggio un po’ faticoso e scomodo, a bordo di 4×4 in hotel di categoria turistica spesse volte uniche soluzioni disponibili.

Categorie: ,
Condividi l'articolo con i tuoi amici

1° GIORNO – GIOVEDÌ: Partenza dall’Italia

Partenza da Malpensa o Fiumicino con volo di linea notturno Ethiopian Airlines per Addis Abeba. Notte a bordo. Possibilità di avvicinamenti da altri aeroporti italiani con voli Alitalia. Tariffe su richiesta.

2° GIORNO – VENERDÌ: Addis Abeba

Arrivo di buon mattino all’aeroporto internazionale Bole. Dopo aver sbrigato le formalità di sbarco ed ottenuto il visto d’ingresso di $ 50, incontro (all’uscita degli arrivi) con la guida locale di lingua italiana e trasferimento all’Hotel Jupiter o similare. Giornata dedicata alla visita della città: l’interessantissimo Museo Nazionale che vanta, oltre ai resti della celebre Lucy, una bella raccolta archeologica ed etnografica con bei costumi e paramenti in mostra. Il mercato che occupa la zona occidentale della città, diviso in quartieri a seconda delle merci e’ di certo uno tra i più vasti di tutto il continente. I monumenti storici ed i palazzi del governo. Pranzo nel simpatico ristorante attiguo al museo. Cena e pernottamento in albergo.

3° GIORNO – SABATO: Addis Abeba – Arba Minch

Dopo la prima colazione, di buon mattino, partenza in 4×4 verso sud in territorio Oromo. Attraversiamo diverse cittadine e minuscoli villaggi, spesso composti da un unico nucleo famigliare allargato, dalle tradizionali capanne rotonde. Pranzo al sacco in corso di escursione. Tempo permettendo breve fotosafari nella Senkele Sanctuary che ospita l’antilope Swaynes, specie tipica dell’Etiopia. Raggiungiamo Arba Minch in serata. Cena e pernottamento al Paradise Lodge o similare.

4° GIORNO – DOMENICA: I Dorze e i Laghi della Valle del Rift

Dopo la prima colazione, escursione al villaggio di Chencha dell’etnia dei Dorze famosi per lo stile delle loro case a forma d’alveare. Una breve passeggiata nel villaggio accompagnati da intraprendenti ragazzini ci permetterà di conoscere gli usi di questa affascinante etnia ed i segreti della costruzione delle loro strane capanne. Nel pomeriggio escursione in barca e visita del Lago Chamo dove si possono vedere e fotografare i coccodrilli, ippopotami e diverse specie di uccelli tra i più lunghi d’ Africa. Pensione completa in albergo ad Arba Minch.

5° GIORNO – LUNEDÌ: Arba Minch – Erbore – Turmi

Di buon mattino, dopo la prima colazione, si partirà in direzione di Turmi. Lungo strada visita ad un villaggio dell’etnia Arbore con pranzo in albergo. Visita al mercato settimanale di Turmi. Cena e pernottamento al Buska Lodge o al Turmi Lodge.

6° GIORNO – MARTEDÌ: Turmi – Karo – Dimeka – Turmi

Primissimo mattino, colazione e partenza per la visita dell’etnia Karo, una popolazione di origine nilotica che sta scomparendo: in poche centinaia sopravvivono nei villaggi sulle sponde dell’Omo. Sono considerati maestri nella pittura del corpo a cui si dedicano in modo particolare in occasione di feste
e celebrazioni dove avranno i volti affrescati con ocra, gesso bianco, polvere rossa di ferro e brace nera di carbone. Gli uomini vivono generalmente nudi, vestiti solo da pitture e disegni corporei. Si adornano in modo povero ma creativo: le donne si trafiggono il mento con un chiodo o un bastoncino di legno, gli ornamenti sul corpo sono costituiti da scarificazioni della pelle in cui provocano rigonfiamenti con acqua e cenere. Pranzo al sacco pic-nic. Tornando verso Turmi, sosta presso Dimeka dove ogni martedi si svolge un mercato piccolo a cui affluiscono gli Hamer, ma spesso anche i Banna, i Karo e i Tsemay. Le mercanzie sono povere e di uso quotidiano per le etnie locali ma l’elemento interessante è costituito dalle genti, tra le più belle del Sud dell’Etiopia, e dallo scambio dei loro prodotti. Rientro a Turmi per cena e pernottamento al Buska Lodge o Turmi Lodge.

7° GIORNO – MERCOLEDÌ: Turmi – Omorate – Jinka

Dopo la prima colazione si partirà in direzione Omorate per visitare l’etnia Dassanech che sono raggiungibile attraverso il fiume Omo con barca. Rientro a Turmi per il pranzo e proseguimento poi per Jinka. Arrivo e sistemazione al Jinka Resort per la cena ed il pernottamento.

8° GIORNO – GIOVEDÌ: Jinka – Mursi – Key Afer – Konso

Di primissimo mattino, dopo la prima colazione, partenza per l’escursione al Parco Mago di mezza giornata . La pista scende dolcemente in una valle punteggiata da alberi d’acacia e piccoli arbusti dove vive l’etnia dei Mursi, uno dei più importanti gruppi etnici della regione, famosi soprattutto per l’uso dei dischi sul labbro inferiore. Rientro a Jinka con pranzo al sacco e proseguimento per Key Afer, dove visiteremo il mercato settimanale. Proseguimento poi per Konso , dove faremo visita al popolo Konso ed a uno dei loro villaggi tipici. Cena e pernottamento al Kanta Lodge.

9° GIORNO – VENERDÌ: Konso – El Sod – Yabelo

Di buon mattino dopo la colazione, partenza a Sud verso El Sod, la casa del sale, dove con una passeggiata di un paio d’ore scenderemo nel cratere estinto di un vulcano. Nel fondo si potranno osservare vecchie tecniche ancora oggi utilizzate per la raccolta del sale. Pranzo al sacco. Si visiteranno anche i “pozzi che cantano”: profondi pozzi d’acqua dove gli uomini Borana si calano passandosi a catena i secchi. Questa operazione viene fatta cantando ritmicamente e da qui deriva il nome di “Singing Well”. Cena e pernottamento in Yabelo Mobil Hotel.

10° GIORNO – SABATO: Yabelo – Yirgalem o Awassa

Dopo la prima colazione si parte per Yirgalem o Awassa territorio Sidamo dove ritroviamo le tradizionali capanne dalla forma rotonda sormontate da freschi tetti in paglia. Arrivo nel pomeriggio a Yirgalem o Awassa per la cena ed il pernottamento all’Aregash Lodge in Yirgalem o Ker Awud Hotel o similare in Awassa.

11° GIORNO – DOMENICA: Yirgalem o Awassa – Addis Abeba e Partenza per l’Europa

Di buon mattino colazione e partenza per Addis Abeba. Durante il percorso soste per visitare i Laghi Ziway, Langano, Shala e Abyata la piccola città di Debrezeit con uno dei suoi laghi di Bishiftu. Pranzo picnic lungo il tragitto. All’arrivo nella capitale etiope saranno a disposizione delle camere in day-use in albergo per una doccia. La cena sarà servita in un ristorante tradizionale etiope prima del trasferimento all’aeroporto per la partenza del volo notturno Ethiopian Airlines per l’Italia. Notte a bordo.

12° GIORNO – LUNEDÌ: Arrivo in Italia

Arrivo agli aeroporti di destinazione in Italia.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Viaggio nella Valle dell’Omo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close